19/05/19

Comunicato sulla sospensione della prof Dell'Aria


Al Presidente della Repubblica Italiana
Al Presidente del Consiglio
Al Ministro della Pubblica Istruzione
e a chi di competenza

Comunicato sul provvedimento di sospensione dal servizio della prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria

A nome delle associazioni e consulte universitarie indicate in calce, esprimiamo allarme e sconcerto per il provvedimento di sospensione dal servizio della prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria, dell'Istituto Industriale "Vittorio Emanuele III" di Palermo. Come studiosi e docenti siamo pienamente solidali con la collega, convinti che scuola e università siano impegnate nella stessa, prioritaria missione civile e culturale: l'educazione degli studenti al senso critico e alla libertà del pensiero.

Chiediamo quindi a tutte le istituzioni coinvolte, dal Ministero dell'Istruzione all’Ufficio scolastico provinciale di Palermo, di revocare il provvedimento sospensivo, che assume inevitabilmente un significato intimidatorio per tanti colleghi che lavorano con impegno ogni giorno per questi obiettivi.

Ribadiamo infine la nostra fedeltà ai principi inviolabili della Costituzione nata dalla Resistenza, in particolare all'articolo 33 che tutela la libertà dei docenti dalle ingerenze del potere politico, di qualunque orientamento esso sia: «L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento».

21 maggio 2019

I Presidenti delle associazioni e consulte:

ADI Associazione degli italianisti                                                                     Gino Ruozzi
ADI Sezione didattica                                                                                        Silvia Tatti
ADUIM Associazione fra i Docenti Universitari di Musica                              Giovanni Giuriati
AIA Associazione Italiana di Anglistica                                                           Giovanni Iamartino
AICC Associazione Italiana di Cultura Classica                                              Mario Capasso
AIFG Associazione Italiana di Filologia Germanica                                        Verio Santoro
AIG Società Italiana di Germanistica                                                               Elena Agazzi
AIR Associazione Italiana di Romenistica                                                        Angela Tarantino
AIS Associazione italiana degli Slavisti                                                            Cristiano Diddi
AISC Associazione italiana di studi Catalani                                                   Nancy De Benedetto
AISC Associazione italiana di studi cinesi                                                        Paola Paderni
AISCLI Associazione italiana di studi sulle culture e letterature di lingua inglese     Carmen Concilio
AISGAL Associazione italiana di studi Galeghi                                              Attilio Castellucci
AISI Associazione italiana di studi Iberoamericani                                           Dante Liano
AISNA Associazione italiana studi Nord Americani                                        Elisabetta Vezzosi
AISPEB Associazione italiana studi Portoghesi e Brasiliani                            Ettore Finazzi-Agrò
AISPI Associazione Ispanisti Italiani                                                               Fausta Antonucci
AISV Associazione Italiana di Scienze della Voce                                           Barbara Gili Fivela
AIUCD Associazione per l'Informatica Umanistica e la Cultura Digitale           Fabio Ciotti
AItLA Associazione Italiana di Linguistica Applicata                                      Anna De Meo
ANDA Associazione nazionale Docenti di Anglistica                                       Antonella Riem
ASLI Associazione per la Storia della lingua italiana                            Michele Cortelazzo
ASLI Scuola                                                                                                  Massimo Palermo
CCLLC Consulta di Critica letteraria e letterature comparate                      Giovanni Bottiroli
CIRSE Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa                                 Fulvio De Giorgi
COMPALIT Associazione di Teoria e storia comparata della letteratura         Federico Bertoni
CUC Consulta universitaria del Cinema                                                          Giulia Carluccio
CUFC Consulta universitaria di Filologia classica                                            Aldo Corcella
CUG Consulta universitaria del Greco                                                             Roberto Nicolai
CUNSF Conferenza universitaria nazionale di Scienze della formazione           Maria Grazia Riva
CUNSTA Consulta universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte                    Fulvio Cervini
CUP Consulta universitaria di Papirologia                                                       Guido Bastianini
CUSL Consulta universitaria di studi Latini                                                      Paolo De Paolis
CUSTAA Consulta universitaria per gli Studi sull'Africa e sull'Asia              Raffaele Torella
CUT Consulta universitaria del Teatro                                                            Lorenzo Mango
DILLE Società italiana di Didattica delle lingue e linguistica educativa      Elisabetta Bonvino
DORIF Università – Centro di Documentazione e Ricerca per la
didattica della lingua francese                                                                           Micaela Rossi
FCdA Federazione delle Consulte Universitarie di Archeologia                       Andrea Cardarelli
      Maura Medri
      Giuliano Volpe
GISCEL Gruppo di Intervento e Studio nel Campo dell'Educazione Linguistica      Silvana Loiero
IASEMS Italian Association of Shakespearean and Early Modern Studies         Giuliana Iannaccaro
Micaelli Claudio, Presidente della CULCA Consulta Universitaria di Letteratura Cristiana Antica
MOD Società italiana per lo studio della modernità letteraria                           Simona Costa
MOD Scuola                                                                                                  Giuseppe Langella
SFF Seminario di Filologia Francese                                                               Anne Schoysman 
SIFR Società italiana di Filologia Romanza                                                     Salvatore Luongo
SIFR Scuola                                                                                                       Giuseppe Noto
SIG Società Italiana di Glottologia                                                                  Raffaella Bombi
SFLI Società dei Filologi della Letteratura Italiana                                           Daniela Gionta
SIPed Società Italiana di Pedagogia                                                                Simonetta Polenghi
SIRD Società italiana di ricerca didattica                                                         Pietro Lucisano
SLI Società di linguistica italiana                                                                     Anna M. Thornton
SUSLLF Società universitaria per gli studi di Lingua e letteratura francese    Patrizia Oppici


02/05/19

CERTAMEN G. Fortunato 9-11 maggio




Documento finale giornata di studi ADI SD Puglia


ADI-SD PUGLIA
Bari, 12 aprile 2019
Giornata Nazionale di Studi
“Letteratura e Politica tra ‘900 e Anni Duemila”
Documento finale

Ho impiegato molto tempo per capirlo.
Bisogna farsi viaggiatori
per decifrare i motivi che hanno spinto tanti a partire
e tanti altri ad andare incontro alla morte.
Sedersi per terra intorno a un fuoco
e ascoltare le storie di chi ha voglia di raccontarle,
come hanno fatto altri viaggiatori fin dalla notte dei tempi.
(A.   LEOGRANDE,  La frontiera)

Se la letteratura è un viaggio nella vita degli uomini, essa è anche un fatto politico.
Se la lettura e l’interpretazione dei testi letterari servono a costruire ipotesi di senso e ad interrogarsi sulla realtà, per confermare valori condivisi pur nella pluralità degli sguardi e delle esperienze, l’insegnamento della letteratura è anche un fatto politico.
Se la letteratura concorre alla costruzione sociale del sapere, essa è dunque un fatto politico.
Se la letteratura si offre come custode di una comune eredità culturale e consente insostituibili esercizi di memoria, oggi più che mai necessari e urgenti,  essa è ancora un fatto politico.
Se la letteratura ha rappresentato e continua a costituire per l’Italia - nella relazione con l’Europa e con il mondo - una straordinaria ricchezza di sentimenti e di pensiero, di reciproca accoglienza, di idee e di linguaggi, questo è  un fatto politico.
Pertanto, fedeli al ruolo politico e istituzionale  di Insegnanti di Italiano nella Scuola di iniziativa statale, affermiamo:
·        la necessità che il Sistema Scolastico Nazionale resti ancorato ai principi costituzionali di unità e sussidiarietà, al riparo dall’impoverimento socio-culturale di pericolose e anacronistiche  derive regionalistiche;
·        la necessità di avvicinare sempre più e meglio l’istruzione liceale e la formazione tecnico-professionale, nella prospettiva del potenziamento della crescita culturale di tutti i nostri giovani studenti;
·        la necessità di ripensare i curricula secondo criteri che incrementino il monte ore complessivo dell’insegnamento della lingua e letteratura italiana;
·        la necessità di superare l’angusta prospettiva dell’individualismo e della competizione nella scuola, cui lessico, normative di tipo economicistico e forme di valutazione standardizzata hanno inferto colpi durissimi, rendendo marginali gli spazi del dialogo e della solidarietà;
·        la necessità di mantenere un rapporto vigile, critico e propositivo con il MIUR.


28/04/19

Teucci, L'infinito potere del denaro.

Segnaliamo l'uscita del volume di Simonetta Teucci L'infinito potere del denaro, Aracne editore. 

11 Premessa

35 Capitolo I
Il Medioevo
1.1. La Chiesa medievale e il denaro, 35 – 1.2. Il denaro nell’ope-
ra di Dante, 44 – 1.3. Quando nel Medioevo (e oltre) il denaro 
diventa politica, 56.

69 Capitolo II
Il denaro e il teatro nell’età moderna
2.1. Spigolature sul teatro rinascimentale, 69 – 2.2. L’avaro di Mo-
lière, 72 – 2.3. Il mercante di Venezia di Shakespeare, 76 – 2.4. Gol-
doni e l’avaro, 81.

87 Capitolo III
L’Ottocento
3.1. Il denaro si fa romanzo e dialoga con il mondo, 87 – 3.2.
La prosa dell’Ottocento parla di denaro, 92 – 3.3. Il denaro e la
Borsa, 105.

115 Capitolo IV
Denaro e debiti
4.1. Il cavaliere di Sainte–Hermine di A. Dumas, 115 – 4.2. Per debiti
si va in prigione o si muore, 119.

141 Capitolo V
Cosa non si fa per il denaro!
5.1. La meravigliosa storia di Peter Schlemihl e Faust, 141 – 5.2. Lo
scarabeo d’oro, 151 – 5.3. Quando il denaro diventa “roba”, 154 –
5.4. L’elogio della masserizia, 163.

171 Capitolo VI
Il denaro e il gioco d’azzardo
6.1. Dal teatro al romanzo, 171 – 6.2. Sempre la roulette! Che os-
sessione la roulette!, 178 – 6.3. Il gioco del Lotto e il gioco delle
carte, 186.

201 Capitolo VII
Fra Ottocento e Novecento
7.1. Le avventure di Pinocchio, 201 – 7.2. Il miraggio dell’eredità,
204 – 7.3. Le donne e il denaro: Emma Bovary, 224.

229 Capitolo VIII
Anche il Novecento parla di denaro
8.1. Denaro, delusione e morte, 229 – 8.2. Quando il denaro di-
venta finanza internazionale, 238 – 8.3. Il romanzo neorealista,
246 – 8.4. Nella realtà qualcuno rifiuta il denaro, 259.

Tema antropologico ad ampio spettro disciplinare, il denaro costella le opere letterarie dal teatro antico ai moderni noir con molteplici declinazioni. Dall’avaro che teme di perdere il suo tesoro, al Conte di Montecristo che grazie ad esso riesce a vendicarsi del torto subito, alle dispute familiari per un’eredità, il denaro attraversa i vari generi letterari in stretta connessione con i cambiamenti economici, sociali e politici. Questo lavoro accompagna il lettore attraverso i secoli, svelando come e quanto gli uomini siano assoggettati al suo potere, e in particolar modo strettamente quella classe borghese che nel suo espandersi nei secoli ha soppiantato la nobiltà nella gestione dello Stato e della società stessa.



13/03/19

BARI Convegno nazionale 12 aprile "Letteratura e politica tra 900 e 2000"


Alcune utili indicazioni alberghiere_
IL CONVEGNO SI TERRA’PRESSO IL LICEO “Q. ORAZIO FLACCO”,IN VIA PIZZOLI N. 58
SULLA BASE DI QUESTA INDICAZIONE è possibile controllare su maps la distanza della sistemazione dalla sede del Convegno .
Basta andare su google e digitare “Alberghi Bari Murat”
Di seguito alcune indicazioni ( i prezzi variano giornalmente!)
I primi tre sono alberghi, seguono alcuni dei numerosissimi B&B in zona centrale. 
Conviene telefonare direttamente (specie per i B&B)
-Hotel Boston Via Piccinni 155, euro 68
-Hotel City Via De Rossi 186, euro 40,50
-Best Western Executive Business Hotel, Corso Vittorio Emanuele II N. 201  euro 62
-Kaktus B&B via Alessandro Manzoni n.93 euro 60
-Short Lets Grandi Stazioni  Corso Italia 19,euro 39
-Viasparano B&B via Sparano 149, euro 50
-B&B MELO Via Melo 195, euro 66
-De Rossi Holiday loc. tur. via de Rossi 74, euro 32
-200 ROOMS & TERRACE  Via Beata Elia di San Clemente 200, euro 77.
-Il Cigno 118 Corso Cavour, euro 54

26/02/19

Segnalazione UNIBO e ICoN 4 marzo a Bologna

STRUMENTI DI E-LEARNING 
PER L’APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITALIANA 

Lunedì 4 marzo 2019 Ore 15-17, aula Tibiletti (Via Zamboni 38)

 Chiara Arzilli, Elisa Bianchi (ICoN) :L’esperienza del Consorzio ICoN nella didattica dell’italiano con le nuove tecnologie 



23/02/19

Segnalazione concorso CEPELL Scriviamoci

Scriviamoci 2019
Concorso di scrittura aperto a tutte le scuole secondarie di II grado.
Tema:
“Tolleranza, pluralismo, diversità”
Questi tre concetti sono tra i principi base della civiltà occidentale contemporanea. Si suppone che un uomo o una donna civilizzati tollerino opinioni e comportamenti diversi dalle proprie convinzioni e comportamenti, sulla base dell'idea che altri uomini e donne abbiano il diritto di avere le proprie opinioni e di scegliere la propria strada nella vita. È questo atteggiamento tollerante che facilita la diversità degli stili di vita, la pluralità delle opinioni, la ricchezza dei modelli di civiltà e incoraggia la diversità, stimolo al confronto e alla riflessione.
Regolamento
I concorrenti dovranno scrivere un racconto di una lunghezza compresa tra 6.000 e 10.000 battute, spazi inclusi, che recherà in calce nome e cognome, scuola e classe di appartenenza dell’autore scritti per esteso. Il file allegato dovrà essere inviato in due formati (word e pdf).Ogni concorrente potrà partecipare con un solo testo. Ogni scuola potrà partecipare con un massimo di 5 elaborati, inviati da un insegnante di riferimento all’indirizzo email: scriviamoci@beniculturali.it entro e non oltre il 19 aprile 2019.
Ogni istituto scolastico potrà inviare al massimo n. 5 composizioni.
Tutti gli elaborati pervenuti verranno pubblicati in una sezione, appositamente creata, sul sito dell'Atlante digitale del Novecento letterario (www.anovecento.net). I testi più meritori potranno essere oggetto di una pubblicazione senza scopo di lucro da parte del Centro stesso.
Una commissione di esperti sceglierà i tre elaborati migliori, i cui autori si aggiudicheranno una valigetta di libri messi a disposizione dal Gruppo GeMS. Al primo classificato sarà offerto un corso di scrittura creativa presso la Scuola Holden.

07/02/19

Paradiso per studenti nella Biblioteca Angelica di Roma. Marzo 2019

Nel mese di marzo 2019 si terrà un ciclo di lezioni rivolte agli studenti delle scuole secondarie di II grado sul Paradiso di Dante, organizzate dall'Adi e dall'Adi-sd in collaborazione con la Società Dante Alighieri.

Gli incontri saranno il 4, il 7, il 14 e il 20 marzo in orario scolastico (9:30-13:00) presso il salone vanvitelliano della Biblioteca Angelica (Roma, Piazza Sant'Agostino, 8). Le lezioni saranno tenute dai proff. Giulio Ferroni (canto XXX), Silvia Tatti (canto XVII), Luca Serianni (canto III) e Aldo Onorati (canto XI). Alle lezioni seguirà la proiezione di parti del film In viaggio con Dante del regista Lamberto Lambertini, che sarà presente ai quattro incontri.
Ci auguriamo che possiate partecipare all'iniziativa con le vostre classi. 
Potete inviare la richiesta di prenotazione a questo indirizzo (entro il 15 febbraio): eventi@ladante.it
Potete portare le vostre classi o gruppi di studenti. Verrete distribuiti in base all'ordine di prenotazione. L'idea è quella di consentire al maggior numero di studenti di prendere parte all'iniziativa: per questo motivo, in linea di massima, una stessa classe non potrà frequentare l'intero ciclo di lezioni.
Nella mail di prenotazione occorre specificare il numero degli studenti e dei docenti accompagnatori. 
Agli studenti verrà rilasciato un attestato valido per il riconoscimento dei crediti formativi. 

A cura di: 
Alviera Bussotti

06/02/19

Convegno Venezia 26.27 febbraio 2019 Cà Foscari



PROGRAMMA
Martedì 26 febbraio 2019

Ore 9.30 - Registrazione dei partecipanti
Ore 10.00 - Apertura dei lavori

Saluti delle autorità:
Giovannella CRESCI, Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici
Ricciarda RICORDA, Prorettrice alla Didattica

I. La didattica dell'Italiano tra letteratura e scrittura
ore 10.30-13.00
Tiziano ZANATO (Università Ca’ Foscari Venezia), Introduce e coordina
Gino TELLINI (Università di Firenze)
Comunicare la letteratura italiana
CORRADO VIOLA (Università di Verona)
La letteratura italiana tra scuola e università

Pausa

Daniele Baglioni
(Università Ca’ Foscari Venezia)
Per una didattica creativa della grammatica
Alessandro CINQUEGRANI
(Università Ca’ Foscari Venezia)
Quando finisce la letteratura italiana?
Discussione

Martedì, 26 febbraio 2019

II. Il nuovo Esame di Stato: leggere e scrivere dall’unità d’Italia ad oggi per la prima prova
ore 15.00-18.30
Augusta CELADA
(Direttore Generale Ufficio scolastico per il Veneto), Introduce e coordina
Il nuovo assetto degli Esami di Stato tra innovazioni normative nazionali ed europee.
Silvia TATTI (Università Sapienza Roma, presidente Adi-sd)
Analisi del testo e Ottocento postunitario

Pausa

Claudia MIZZOTTI (Liceo Scientifico “Messedaglia”, Verona)
Scrivere a scuola nell'età della frammentazione: la sfida necessaria
Giancarlo ALFANO (Università Federico II Napoli)
A spasso coi morti viventi. Che cosa farsene dell'analisi del testo
Discussione                


Mercoledì, 27 febbraio 2019

III. Insegnare il Novecento a scuola e all’università, ore 9.30-13.30

Lucia OLINI (vicepresidente Adi-sd), Introduce e coordina
Il Novecento a scuola: questioni e problemi
GINO RUOZZI (Università di Bologna, presidente Adi)
Conoscere o non conoscere la letteratura del secondo Novecento (e primi Duemila)
Alessandra ZANGRANDI (Università di Verona)
Che cos'è la poesia? Un percorso attraverso l'opera di Montale.
Pausa

Pasquale GUARAGNELLA (Università di Bari)
I volti delle emozioni. Su “Una questione privata” di Beppe Fenoglio
Cinzia SPINGOLA (ITI “F. Severi”, Padova, distaccata c/o UAT Treviso)
Quando i luoghi raccontano la Storia, tra realtà e memoria. Un percorso didattico.

Discussione             

             Comitato scientifico: Alessandro Cinquegrani, Elisa Curti, Lucia Olini, Cinzia Spingola, Valerio Vianello, Tiziano Zanato. L’ADI-sd (sito web  http://adisd.blogspot.com/) è una “associazione disciplinare collegata a comunità scientifiche”, riconosciuta dal MIUR come soggetto qualificato a svolgere attività di formazione ai sensi del D.M. 177 del 10/7/2000, adeguata alla Direttiva 170/2016. Le sue iniziative, pertanto, danno diritto all’esonero dal servizio secondo la normativa vigente. Verrà rilasciato attestato di partecipazione anche agli studenti.
         I docenti di ruolo potranno iscriversi tramite la piattaforma SOFIA tra il 4 e il 23 febbraio 2019. Titolo della formazione: “Dalla scuola all’università. Lettere in classe, Venezia 26-27 febbraio 2019”. I docenti a tempo determinato e le classi potranno aderire - tramite referente - scrivendo a letteresessantotto@gmail.com, anche per informazioni e richieste. La partecipazione è gratuita; i posti sono limitati.