03/06/18

Palermo 4/5 giugno

Convegno
Didattica e Letteratura. Insegnare oggi: prospettive di ricerca
4-5 giugno 2018
Chiesa di S. Antonio Abate
complesso monumentale dello Steri

4 giugno 15.00
Saluti del Magnifico Rettore
Saluti del Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Leonardo Samonà
Introduce Michela Sacco Messineo
Apre i lavori Ambra Carta
Relazioni di:
Pasquale Guaragnella, Sui concetti di ‘persona’ e di ’mondo’ tra Antichità e cultura dell'Illuminismo
Flora Di Legami, In dialogo con le forme metaforiche e cognitive dei testi letterari
Simone Giusti, Come insegnare ‘con’ la letteratura: la lettura nel processo di apprendimento
Matteo Di Gesù, A che serve la letteratura? Postille a un dibattito piuttosto pletorico
Ambra Carta, Il piacere del testo. Per una didattica dell’empatia.

Intervengono gli studenti di Didattica della Letteratura (LM - Filologia Moderna e Italianistica)

5 giugno ore 9.00
Relazioni di:
Giancarlo Alfano, Ricerca e didattica: bilancio e nuove prospettive
Andrea Manganaro, Come formare i futuri insegnanti di letteratura
Marco Guidi, A dieta di media. Comunicazione e qualità della vita
Coffee break
Domenica Perrone, Breve racconto di una’esperienza didattica
Paola Liberale, Insegnare il presente. La didattica dell'emergenza.

Intervengono gli studenti di Didattica della Letteratura (LM - Filologia Moderna e Italianistica)


04/05/18

Preparazione del Congresso ADI a Bologna 13 /15 settembre 2018

XXII Congresso Nazionale Associazione degli Italianisti - Bologna

Natura, società e letteratura
§ Istruzioni per l’invio delle proposte di comunicazione ai panel
Entro il 31 maggio possono essere inviate le proposte di comunicazione ai panel approvati, corredate di due abstract, uno più diffuso (massimo 1.500 battute, spazi compresi) e uno più sintetico (massimo 500 battute, spazi compresi). Nell’abstract dovrà essere indicato chiaramente:
  • il panel cui si intende partecipare;
  • nome e cognome, con l’eventuale istituzione di afferenza;
  • titolo dell’intervento proposto.
Le proposte devono essere inviate all’indirizzo mail dei proponenti del panel e in copia all’indirizzo della segreteria organizzativa del congresso (congressoAdiBologna@gmail.com)

24/04/18

Primo Levi a Milano - Segnalazione



Giovedì, 10 Maggio 2018

Uomo, istruzioni per il collaudo. La definizione dell'umano nell'opera di Primo Levi.

Conversazione con Mario Barenghi
Giovedì 10 Maggio ore 16.30
Aula Martini, edificio U6/4, piazza dell’Ateneo Nuovo 1
 
Il primo e più famoso libro di Primo Levi è il resoconto di un’esperienza 
di disumanizzazione estrema, di negazione radicale dell’umanità. Ma fin 
dall’inizio la testimonianza sulla tragedia storica s’intreccia con una 
interrogazione sulla natura e i limiti dell’umano che riguarda anche 
il tempo presente, e il futuro che stiamo (spesso inconsapevolmente) costruendo.
Su questi temi Levi continua perciò a riflettere con lucida spregiudicatezza 
anche nelle opere successive, soprattutto nei racconti d’invenzione: 
dove prospetta possibilità, addita insidie e pericoli, e insieme dà risalto 
ai valori davvero irrinunciabili. 
Conversazione con il Professor Mario Barenghi
Professore ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea – 
Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "R. Massa"
Università degli studi di Milano Bicocca.
Letture di Gianni Quillico


15/04/18

Un pensiero per Vittorio Taviani

Condividiamo volentieri questo pensiero:


Oggi è scomparso il maestro Vittorio Taviani che con il fratello Paolo ha tanto studiato e amato la letteratura, straordinariamente interpretata nei loro film.

Con l'ADI SD - fin dalla sua fondazione - e l'ADI,  in particolare con Giulio Ferroni, Silvia Tatti, Amedeo Quondam..., abbiamo più volte incontrato e dialogato intensamente con i Fratelli Taviani e altri grandi autori del cinema e della cultura in iniziative di formazione alla Sapienza e in altre sedi. Ricordo le molte testimonianze scritte pervenute dai docenti partecipanti che ci invitavano a realizzare nuove edizioni di tali incontri.

Vittorio e Paolo Taviani, che con le loro opere hanno arricchito fin dagli anni Sessanta il nostro patrimonio culturale, hanno sempre espresso molto rispetto per la fatica quotidiana degli insegnanti impegnati a promuovere gli spazi del sapere critico, un rapporto vivo, dialogico, ermeneutico con le opere letterarie ( e cinematografiche)  e con i loro autori. La moglie di Vittorio, Carla, al cui dolore partecipo commossa, ha fatto parte di questa schiera di docenti.

Michela Costantino, ADISD Roma

25/03/18

Gara di critica letteraria "Il testo moltiplicato" - invito alle scuole a partecipare



Il   4 maggio presso il Liceo Fonseca di Napoli si svolgerà la gara di critica letteraria "Il testo moltiplicato", riservata agli studenti degli ultimi due anni della Secondaria Superiore.
Questa ottava edizione riserva ai partecipanti una novità poiché il bando rende noti gli autori dei testi che verranno proposti: Milo De Angelis per la poesia e Giuseppe Montesano per la prosa.
Si invitano i docenti  a far partecipare i loro alunni ( per chi viene da fuori si cercherà di organizzare l'ospitalità).

Il bando con il regolamento è consultabile nel sito del liceo,  a questo link.



21/03/18

Segnalazione volume Boccaccio nella collana Grandangolo del Corriere della Sera


E' uscito nella collana Grandangolo I classici italiani a cura del Corriere della Sera il volume

BOCCACCIO  curato da Natascia Tonelli, che  tra l'altro fa parte del Consiglio scientifico dell'Ente Nazionale Giovanni Boccaccio.



Dalla quarta di copertina:


Dall’Elegia di madonna Fiammetta, definito il primo romanzo psicologico, alla riscoperta della lingua greca con la sua immissione nella cultura trecentesca e, insieme, all’uso sempre più ampio del volgare, fino all’apologia della donna come essere senziente, capace di prendere in mano la propria vita e nutrire amore anche in senso fisico non diversamente dall’uomo, Giovanni Boccaccio ha segnato un cambiamento di rotta nella storia della letteratura, della cultura e del costume. Con il Decameron, poi, ha costruito un’opera aperta in grado di ricostruire, “rinnovellare” il mondo e le sue istituzioni – un mondo smarrito nello scenario della peste, buio e senza un domani – con il recupero della dignità umana attraverso l’intelligenza del dire, del raccontare, del ridere, del fare, seguendo le regole civi che e di solidarietà: un manuale di sopravvivenza da leggersi scavando sotto la superficie del puro intrattenimento, al di là dell’aspetto “boccaccesco” che del libro è solo il richiamo epidermico.
_________________________________________________________________________________

06/03/18

Scriviamoci 2018


  
     
         
Scriviamoci” nasce con un obiettivo: abituare i ragazzi a scrivere per conoscersi meglio e per riappropriarsi del proprio tempo, ma anche per esprimere, attraverso la parola scritta, i pensieri più nascosti, le proprie passioni, i propri sentimenti. 
Il concorso di scrittura, giunto alla quarta edizione, è promosso dal Centro per il libro e la lettura e dall’Atlante digitale del ‘900 letterario, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. È rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia e di quelle italiane all’estero.
Quest’anno si chiede ai ragazzi di sviluppare il tema “Noi e l’Altro”, a partire da una riflessione sul fenomeno migratorio che in questi anni ha avuto una consistente ricaduta sul discorso pubblico e l’immaginario collettivo.
Nelle scorse edizioni il concorso ha riscosso un grande successo raccogliendo circa 1300 elaborati provenienti da oltre 500 istituti scolastici.


Regolamento di partecipazione
1.  La partecipazione alla quarta edizione del Premio Scriviamoci è aperta agli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia e italiane all’estero 
2. Tema del concorso:
“Noi e l’Altro”. Negli ultimi anni, il fenomeno dei migranti che abbandonano il loro paese – spinti dalla guerra e dalla fame - e partono in cerca di un futuro migliore ha assunto proporzioni spaventose. C’è chi vorrebbe accoglierli tutti, chi chiede una regolamentazione seria e chi vorrebbe chiudere le frontiere. Tu come la pensi? Scrivi un breve saggio o prova a raccontare una storia.
3. L’elaborato inviato dovrà avere una lunghezza compresa tra 5.400 e 10.000 battute, spazi inclusi, e recherà in calce nome e cognome, scuola e classe di appartenenza dell’autore scritti per esteso.
4. Ogni concorrente potrà partecipare con un solo testo. Ogni scuola potrà partecipare con un massimo di 5 elaborati, inviati da un insegnante di riferimento all’indirizzo email: scriviamoci@beniculturali.it entro e non oltre il 23 aprile 2018.
5. L’email di accompagnamento degli elaborati dovrà contenere:
In oggetto Premio Scriviamoci 2018 – Nome della scuola
Nel testo Dati dell’autore o degli autori (nome e cognome, data di nascita, classe di appartenenza) Dati della scuola (denominazione, indirizzo completo, telefono, email)
Dati dell’insegnante referente (nome e cognome, email, numero di cellulare).
6. I testi non saranno restituiti e potranno essere utilizzati dagli Organizzatori senza nulla a pretendere da parte dei partecipanti.
7. Tutti gli elaborati pervenuti verranno pubblicati in una sezione, appositamente creata, sull’Atlante digitale del Novecento letterario.
8. Una commissione di esperti sceglierà i tre elaborati migliori i cui autori si aggiudicheranno una valigetta di libri messi a disposizione dal Gruppo GEMS. Al primo classificato verrà inoltre offerto uno stage di due giorni presso la scuola di scrittura “Bottega di narrazione Finzioni” di Bologna. 
9. In base alla vigente normativa sulla privacy, gli indirizzi e i dati personali dei partecipanti verranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento del concorso.
Buon lavoro a tutti!




11/02/18

COME SI LEGGONO I LIBRI?

Ogni scrittura contiene memoria di scritture anteriori. Il libro è il luogo del doppio e della rifrazione, specie quando riscrive la vita in un ostinato tentativo di avvicinamento al reale e alle sue deformazioni. La scrittura per alcuni è l’esatto equivalente di una partitura musicale. Non vi è tutto annotato. La voce e il timbro non possono essere fissati. Ognuno cerca di utilizzare al meglio le proprie possibilità vocali, per fare uscire dal testo un tono e una interpretazione incontestabilmente nuovi. E, allora, Come si leggono i libri?

A Roma, presso la Fondazione MAXXI, il 28 febbraio 2018 (ore 10-17) 230 studenti delle scuole aderenti alla rete dell’Atlante digitale del Novecento letterario (www.anovecento.net), in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura, Emons editore, l’Associazione degli Italianisti, la Sapienza Univ. di Roma e con la media parterneship di Radio3, RaiLetteratura, affronteranno l’importanza della lettura espressiva ad alta voce e dell’interpretazione dei testi.

Dopo una prima sessione di lavori (ore 10-13), durante la quale gli studenti potranno fare tesoro dei suggerimenti e della competenza di attori e specialisti della comunicazione per apprendere una sorta di ‘vocabolario della voce’, nel pomeriggio (14-17) molti di essi saranno impegnati nella registrazione di un audiolibro con Emons Edizioni.


30/12/17

ATTI Congresso ADI 2015

Gli atti del congresso di Roma 2015 sono appena stati pubblicati sul  sito ADI a cura di 
B. Alfonzetti, T. Cancro, V. Di Iasio, E. Pietrobon.
Il Presidende, Gino Ruozzi, ringrazia vivamente Guido Baldassarri e Franco Tomasi per avere allestito e condotto a termine l'impresa editoriale.

Gli atti del congresso 2015 sono pubblicati a questo indirizzo e nella colonna di sinistra in alto:

http://www.italianisti.it/Atti-di-Congresso?pg=cms&ext=p&cms_codsec=14&cms_codcms=896

10/12/17

17/11/17

Palermo, Confini/Margini. Corso di formazione


ITI “Vittorio Emanuele III” Via Duca della Verdura, 48 - 90100 Palermo


CONFINI/MARGINI 
CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI DI MATERIE UMANISTICHE

08/11/17

ATTENZIONE SPOSTAMENTO INCONTRO

Avvertiamo chi al Congresso di Firenze avesse preso la locandina cartacea dell'incontro con il prof. Tellini del 17 novembre 2017 al Cenacolo degli Agostiniani di Empoli, 
che l'incontro è stato spostato al 
19 gennaio 2018, ore 16-18. 

In gennaio  pubblicheremo la nuova locandina.

02/11/17

Siena, Nobel e non Nobel


PROGRAMMA

13 novembre - ore 15.30-18.00
   Floriana D’AMELY (ADI-sd di Siena)    A spasso tra i Nobel: 6 italiani dentro e fuori il canone
     17 novembre – ore 15.30-18.00
Cinzia RUOZZI (ADI-sd di Reggio Emilia)    Insegnare agli ultimi: don Milani nostro
                                                                         contemporaneo
       7 dicembre – ore 15.30-18.00
Marco VEGLIA (Università di Bologna)     Un Nobel europeo: Carducci
     23 gennaio – ore 15.30-18.00
Pasquale GUARAGNELLA (Università di Bari)     L’arte di osservare. Sui Quaderni di Serafino
                                                                                  Gubbio operatore
      5 febbraio – ore 15.30-18.00
Niccolò SCAFFAI (Università di Losanna)    Vittorio Sereni nel canone della poesia novecentesca
     20 febbraio – ore 15.30-18.00
Bianca CONCOLINO (Università di Poitiers)    Dario Fo: un «giullare» tra teatro e politica
       1 marzo – ore 15.30-18.00
Niva LORENZINI (Università di Bologna)    Il Novecento a scuola: “È ancora possibile la
                                                                poesia”? (dall’intervento di Montale, premio Nobel 1975)
      14 marzo – ore 15.30-18.00
Natascia TONELLI (Università di Siena)     La recente poesia che guarda al passato
      19 marzo – ore 15.30-18.00
Daniela BROGI (Università per Stranieri di Siena)   L’unica donna Nobel italiana: Grazia Deledda

Ogni incontro è seguito da un dibattito

L’ADI-sd è un’associazione qualificata e accreditata presso il MIUR (D.M. 17/2000) per la formazione e l’aggiornamento secondo la normativa vigente.
Gli studenti potranno far valere la frequenza per l’attribuzione del credito scolastico.
Verrà rilasciato attestato di partecipazione

LICEO SCIENTIFICO “G. GALILEI”, Via C. Battisti, 13 - SIENA
Per informazioni rivolgersi alla prof.ssa Simonetta Teucci  -  e-mail: sirotti@tin.it

Gli incontri sono organizzati dalla sede di Siena dell’ADI-SD

01/11/17

Bologna, Seminario di studi su Dante


Seminario di fondazione del gruppo di lavoro sulla didattica delle opere dantesche. Fino alle 13 la partecipazione è ristretta ai partecipanti al progetto, mentre dalle 14 in poi potranno unirsi anche altri colleghi interessati. Entrambi i segmenti temporali sono riconosciuti come attività formativa utile ai fini dell’aggiornamento. 

FOCUS su Verga

Riceviamo da Luisa Mirone:

Ieri, con la manifestazione tenutasi al Monastero dei Benedettini (sede del DISUM Catania), è calato il sipario sulla nostra settimana della letteratura, "celebrata" con iniziative varie e interessanti all'interno delle nostre singole scuole, con l'evento cittadino di Acireale e - last but not least - con quello che è ormai diventato il tradizionale percorso di letture e piccole performance all'interno del Monastero, animato da studenti universitari e liceali e seguito da tanti - ma veramente tanti - giovani visitatori.

"Stanchi, ma felici", come nei temi dei bambini, ci godiamo i risultati e un piccolo spazio che abbiamo il piacere di condividere con voi:  lo spazio che è stato offerto su Laletteraturaenoi al convegno "Verga e gli altri",  tenutosi a Catania alla fine di settembre. La redazione ci aveva chiesto esplicitamente di riferire l'esperienza dell'ADI-SD in seno al convegno e siamo molto contenti di avere avuto questa opportunità. Peraltro questa mattina è stato pubblicato l'articolo di Luperini sul convegno senese "Verga e noi", che del convegno catanese costituisce il precedente non solo cronologico, e le sue osservazioni sono davvero chiave d'accesso ai percorsi che gli studiosi convenuti a Catania hanno sviluppato. Vi segnalo qui di seguito entrambi i link.




12/10/17

Giornata nazionale della letteratura 2017


La Giornata nazionale della letteratura ha quest'anno per tema "Volti e maschere del '900". Ogni sede regionale declinerà a proprio modo la proposta, organizzando per il 26 ottobre o nelle giornate adiacenti una iniziativa che coinvolgerà università e scuole. Una festa della letteratura e della lettura ad alta voce per ribadire quanto la letteratura parli di noi, mettendo in scena dubbi, interrogativi, approfondimento, condivisione, confronto. Scuole e Università insieme perché è in questi luoghi che giovani e adulti leggono insieme.
Delle singole attività si renderà conto nel blog - colonna di sinistra in alto, con la lista delle sedi, le locandine e i programmi, e come sempre, al termine anche con qualche foto o video.
Il progetto è patrocinato dal Cepell, che nella stessa settimana lancia "Libriamoci", e dal MIUR - Compita. Anche nel sito di Compita si troveranno informazioni e resoconti.
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

09/10/17

Interventi interessanti su letteratura e scuola



Segnaliamo l'intervento di ANNA ANGELUCCI  comparso sulla rivista accademica on line ROARS




_________________________________________________________________________________


Degna di attenzione anche l'iniziativa della rivista
on line
 Letteraturaenoi 

che invita i docenti a compilare un questionario sulle "letture domestiche"



________________________________________________________________________________


Infine, non perdetevi l'intervento di STEFANO ROSSETTI
 su  Huffington Post:

"Gli smartphone in classe non significano scuola all'avanguardia"



________________________________________

01/10/17

Griselda on line - didattica

Indice Didattica
Anno
GRISELDAONLINE 

Dal 2001 una rivista di percorsi tematici e di 
didattica. Uno spazio privilegiato per l'ADI sd. 



Ultimo pubblicato:
l'intervento di Silvia Tatti sulla formazione 
nella nuova sezione
Didattica della letteratura