20/10/22

Corso La cultura umanistica 2022, Prato, Biblioteca Lazzerini.

 


ADI SD, Comune di Prato, Regione Toscana

La cultura umanistica  2022

Prato, Biblioteca Lazzerini

   

Viaggio nell’immaginario letterario 

Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire. (Italo Calvino)

In questo nuovo ciclo di incontri, realizzato in collaborazione con l’Associazione degli Italianisti, prosegue il “dialogo” fra critici letterari ed alcuni dei più importanti scrittori della nostra tradizione per esplorare e approfondire alcuni temi e autori della cultura umanistica.
Introduce Beatrice Coppini, Adi-sd Firenze/Prato.

Gli incontri costituiscono occasione di formazione/aggiornamento certificata dall’ ADI, riconosciuta dal MIUR come agenzia formativa.

Programma

Giovedì 20 ottobre ore 15
Letteratura ed ecologia. Percorsi nella letteratura del Novecento
Niccolò Scaffai, professore di Critica letteraria e letterature comparate, Università di Siena
Abbiamo gli strumenti narrativi per descrivere il mondo in cui abitiamo e la sua fragilità, oramai evidente a tutti noi? Niccolò Scaffai ce ne indica alcuni nella narrativa italiana e straniera contemporanea.

 

Giovedì 27 ottobre ore 15
Educare alla lettura e farla amare: Indagine sui fondi librari pratesi
Maria Rosaria Colagrossi
, bibliotecaria della Lazzerini, referente raccolte e catalogazione
Prato ha una tradizione di fondi librari importanti che risale al Medioevo. Per amarli i libri bisogna farli conoscere, per questo compiremo un'esplorazione nella rara ricchezza libraria a disposizione di tutti noi nelle biblioteche della nostra provincia.

Giovedì 3 novembre ore 15
Pasolini tra psicoanalisi e (anti) psichiatria

Marco Villoresi, professore di Lingua e Letteratura italiana, Università degli Studi di Firenze
In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini viene presentato un suo ritratto inedito. Pasolini è stato un'importantissima presenza culturale nel secondo dopoguerra italiano: artista completo, ha impresso la sua complessità nel dibattito politico e culturale dagli anni Settanta ad oggi.

Giovedì 17 novembre ore 15
Fenoglio tra Resistenza e cavalleria
Gino Ruozzi
, professore ordinario di Letteratura Italiana all'Università di Bologna
Per Beppe Fenoglio raccontare la Resistenza fu un vero imperativo morale. La sua scrittura, elegante ed essenziale, costruì romanzi dove una geometrica e lucida tensione si univa alla passione epica. Fenoglio è legato alla nostra città: ricevette in vita nel 1959 il Premio Letterario Prato (dedicato alla Resistenza) per Primavera di bellezza e, postumo, nel 1968, per il Partigiano Johnny.

Mercoledì 30 novembre ore 15
Narrare la storia per descrivere la società
Verga narratore de I carbonari della montagna
Annalisa Nacinovich
, vicepresidente ADI-SD, dottore di ricerca, docente di Lettere a Pisa.
L’esordio pubblico di Verga avvenne nel 1861 con I carbonari della montagna, un romanzo storico collocato nella Calabria dei primi moti carbonari. In occasione del centenario della morte di Giovanni Verga si indaga qui sul rapporto complesso tra Letteratura e Storia.

 __________________________________________________________

Nessun commento: