28/04/19

Teucci, L'infinito potere del denaro.

Segnaliamo l'uscita del volume di Simonetta Teucci L'infinito potere del denaro, Aracne editore. 

11 Premessa

35 Capitolo I
Il Medioevo
1.1. La Chiesa medievale e il denaro, 35 – 1.2. Il denaro nell’ope-
ra di Dante, 44 – 1.3. Quando nel Medioevo (e oltre) il denaro 
diventa politica, 56.

69 Capitolo II
Il denaro e il teatro nell’età moderna
2.1. Spigolature sul teatro rinascimentale, 69 – 2.2. L’avaro di Mo-
lière, 72 – 2.3. Il mercante di Venezia di Shakespeare, 76 – 2.4. Gol-
doni e l’avaro, 81.

87 Capitolo III
L’Ottocento
3.1. Il denaro si fa romanzo e dialoga con il mondo, 87 – 3.2.
La prosa dell’Ottocento parla di denaro, 92 – 3.3. Il denaro e la
Borsa, 105.

115 Capitolo IV
Denaro e debiti
4.1. Il cavaliere di Sainte–Hermine di A. Dumas, 115 – 4.2. Per debiti
si va in prigione o si muore, 119.

141 Capitolo V
Cosa non si fa per il denaro!
5.1. La meravigliosa storia di Peter Schlemihl e Faust, 141 – 5.2. Lo
scarabeo d’oro, 151 – 5.3. Quando il denaro diventa “roba”, 154 –
5.4. L’elogio della masserizia, 163.

171 Capitolo VI
Il denaro e il gioco d’azzardo
6.1. Dal teatro al romanzo, 171 – 6.2. Sempre la roulette! Che os-
sessione la roulette!, 178 – 6.3. Il gioco del Lotto e il gioco delle
carte, 186.

201 Capitolo VII
Fra Ottocento e Novecento
7.1. Le avventure di Pinocchio, 201 – 7.2. Il miraggio dell’eredità,
204 – 7.3. Le donne e il denaro: Emma Bovary, 224.

229 Capitolo VIII
Anche il Novecento parla di denaro
8.1. Denaro, delusione e morte, 229 – 8.2. Quando il denaro di-
venta finanza internazionale, 238 – 8.3. Il romanzo neorealista,
246 – 8.4. Nella realtà qualcuno rifiuta il denaro, 259.

Tema antropologico ad ampio spettro disciplinare, il denaro costella le opere letterarie dal teatro antico ai moderni noir con molteplici declinazioni. Dall’avaro che teme di perdere il suo tesoro, al Conte di Montecristo che grazie ad esso riesce a vendicarsi del torto subito, alle dispute familiari per un’eredità, il denaro attraversa i vari generi letterari in stretta connessione con i cambiamenti economici, sociali e politici. Questo lavoro accompagna il lettore attraverso i secoli, svelando come e quanto gli uomini siano assoggettati al suo potere, e in particolar modo strettamente quella classe borghese che nel suo espandersi nei secoli ha soppiantato la nobiltà nella gestione dello Stato e della società stessa.



Nessun commento: